Biografia professionale




























Sono nato ad Anzio (RM) il 10 febbraio del 1989.
Da giovanissimo è iniziata la mia scoperta del teatro, dapprima in una piccola compagnia di provincia ma grazie alla quale sono riuscito a formarmi accanto a professionisti quali Guglielmo Ferraiola, Alberto Bellandi (con i quali ho condiviso anche esperienze lavorative – oltreché didattiche) e Marco Vallarino (questi ultimi affermati docenti di movimento e coreografia scenica il primo e di dizione il secondo). Il mio esordio è perciò tutto all’interno della più consolidata tradizione teatrale moderna, avendo appreso anzitutto il metodo Stanislavskij (primo e secondo) ed avendo improntato le mie prime performances alla recitazione psicologica e naturalistica. Avanzando negli anni e nel lavoro ed anche nei miei studi (classici ed universitari) mi sono tuttavia sempre più reso conto di quanto quel modo di fare teatro insegnatomi non mi soddisfacesse, né totalmente divertisse più, maturando una direzione registica ed interpretativa assai più distante, che non fondasse se stessa e la propria estetica semplicemente nella riproduzione della realtà sociale o psicologica individuale.

Ancor prima di terminare il mio percorso universitario, avevo già deciso di intraprendere un mio personalissimo percorso, non più solo d’attore ma anche di regista ed autore, essendo solito, reinterpretandola, di “riscrivere” l’opera decisa per la scena, ma solamente quando scioltomi dagli ultimi legami con l’università di Roma, laureatomi cum laude con una tesi magistrale sopra gli ipotizzabili rapporti fra la concezione artistica postmoderna ed il teatro barocco più estremo, rappresentato da quello di Giovan Battista Andreini (nella fattispecie dal suo Convitato di pietra), ho ripreso in mano quei progetti che, per onorare i miei impegni precedenti, avevo lasciato sospesi.

Dal 2012 collaboro con la compagnia de “La Teca” di Salvatore Santucci, di cui condivido i progetti culturali de In viaggio col bardo ed Anzio e l’impero.
Ho avuto l’onore di collaborare, dall’aprile 2014 al settembre 2015, con i Leoni d’Oro alla carriera alla Biennale di Venezia 2018 Antonio Rezza e Flavia Mastrella alla realizzazione del loro spettacolo Anelante.
Nel 2010 creo la Compagnia Teatrale PHI di cui sono tuttora il responsabile artistico. Sei anni dopo, insieme a Flavio Marigliani, nasce il progetto Delirio a Due: a partire dal 2018 siamo stati regolarmente invitati a partecipare e ad esibirci al Convegno “Technology Transfer School” sulla sensibilizzazione della tutela del lavoro d’ingegno, organizzato dal Ministero della Salute e tenutosi presso l’ISCR a Meldola (giugno 2018), l’Università degli Studi di Padova (settembre 2018) e il MUSME di Padova (giugno 2019).
A fine 2018 debutta la commedia LGBT friendly Qualcuno di troppo scritta a quattro mani con Andrea Lo Vecchio.

Vivo e lavoro a Roma e mi sto attualmente occupando di quello che posso dire essere, finora, il mio lavoro teatrale più ambizioso.

Il mio curriculum teatrale

2005. Risveglio di primavera di Frank Wedekind; regia di Guglielmo Ferraiola

2005. Sganarello o il cornuto immaginario di Moliére; regia di Guglielmo Ferraiola

2006 – ‘07 – ‘08. Le storie di Re Mida di Gianni Rodari; regia di Nella Russo

2006. Girotondo di Arthur Schnitzler; regia di Nella Russo e Guglielmo Ferraiola

2007. Sogno di una notte d’estate da William Shakespeare; regia di Alberto Bellandi e Nella Russo

2007. La locandiera da Carlo Goldoni; regia di Nella Russo

2008. Mezzo sogno di una notte d’estate da William Shakespeare; regia di Alberto Bellandi

2008. Il vestito nuovo dell’imperatore di Gianni Rodari; regia di Alberto Bellandi, Nella Russo e Mario Biondino

2008. Diluvio, amore e… (Liberamente tratto da Aggiungi un posto a tavola di Garinei e Giovannini); regia di Nella Russo e Mario Biondino

2009. La partenza (Studio I) da La bisbetica domata di William Shakespeare; regia di Alberto Bellandi e Nella Russo

2010. Tieste da Lucio Anneo Seneca; regia di Mario Biondino; produzione C. T. PHI - (in replica presso la Casa delle Culture di Roma)

2011. Cechov/Marat/Sade (pre)testo da A. Cechov e P. Weiss; regia di Mario Biondino; produzione C. T. PHI - (debutto presso il Teatro Abarico di Roma)

2011. Addio porca Corto teatrale - (pre)testo da Erasmo da Rotterdam, Omero, Francesco Maria Piave e Baudelaire; regia di Mario Biondino; produzione C. T. PHI

2012. Romeo, Giulietta e la maga Mab di William Shakespeare; regia di Salvatore Santucci; produzione La Teca

2012 – ‘14 – ’15 – ’16 – ’17. Processo a Caligola di Guglielmo Natalini; regia di Salvatore Santucci; produzione La Teca

2012 – ‘14 – ’15 – ’16 – ’17. Processo a Nerone di Corrado Augias e Vladimiro Polchi; regia di S. Santucci; produzione La Teca

2015 – ‘16 – ’17 – ‘18. Cesare da W. Shakespeare; regia di Salvatore Santucci; produzione La Teca

2016. Faust(o) (pre)testo da Ch. Marlowe e J. Goethe; regia di Mario Biondino; produzione C. T. PHI - (debutto presso il Teatro Trastevere di Roma)

2016 – ‘17. Casanova – dalla Polonia con amore da G. Casanova; scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

2016. Pigmalione e Galatea in Tribunale Corto teatrale - di Mario Biondino; regia di Mario Biondino; produzione C. T. PHI - (III ed. “Drammaturgica: percorsi dal Teatro alla Scena” presso il Teatro Hamlet di Roma)

2016 – ‘17. Addio porca! (recut) di Mario Biondino; regia di Mario Biondino; produzione C. T. PHI - (debutto presso il Teatro Abarico di Roma)

2017. B&B: Burgess & Beethoven – Un’aranciata meccanica scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

2017. Twin Peaks ai tempi della Gioconda scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

2017 – ‘18. Pinocchio in Amerika da C. Collodi e F. Kafka; scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

2017. Un dramma chiamato Desiderio (Pasquinata moderna) Corto teatrale - di Mario Biondino; regia di Mario Biondino; produzione C. T. PHI - (Concorso “Autori nel cassetto, attori sul comò” presso il Teatro Lo Spazio di Roma)

2017. La locandiera da Carlo Goldoni; regia di Salvatore Santucci; produzione La Teca

2017. Marx Trek scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

2017. Natale a Cipro scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

2018 - '19. Petite Kermesse Solenelle scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

2018 – ’19. Processiamo Nerone scritto e diretto da Salvatore Santucci; produzione La Teca

2018 – ’19. Nerone – L’intervista impossibile scritto da Flavio Marigliani e diretto da Salvatore Santucci; produzione La Teca

2018. Qualcuno di troppo scritto da Mario Biondino ed Andrea Lo Vecchio: regia di Flavio Marigliani; produzione C. T. PHI - (debutto presso il Teatro Degli Audaci di Roma)

2019. 50 sfumature di Frankenstein scritto e diretto da Mario Biondino e Flavio Marigliani; produzione Delirio a due

  Pagina Facebook
  Canale Youtube
  E-mail mario.biondino@hotmail.com

Il mio book fotografico